Le notizie più lette del 2018

 

Radio, televisione e spettacolo

  1. Tv locali del passato
  2. Elio Corno
  3. Massimo Emanuelli
  4. Antenna 3 Lombardia
  5. Nonno Ugo (Ugo Rossetti)
  6. Canale 21 Napoli
  7. Telecittà
  8. Rtm Radio Televisione Marchigiana
  9. Adriana Santacroce
  10. Lucio Flauto

 

Le puntate della trasmissione radiofonica L’angolo della scuola più ascoltate

  1. Intervista a Luciano Cecchin
  2. Pino Polistena uno dei migliori dirigenti scolastici italiani va in pensione
  3. Massimo Emanuelli e Marika Cassimatis intervistano Eleonora Melidoni
  4. Come il Movimento 5 Stelle si è preso gioco ed ha umiliato i diplomati magistrali e i precari della scuola
  5. I ricordi scolastici e giornalistici di Paolo Giarrusso lettura di una poesia di Frano Barillaro

Le puntate della trasmissione radiofonica Stile italiano la storia della canzone italiana raccontata dai suoi protagonisti più ascoltate

  1. Riparte Stile italiano i primi ospiti 
  2. Federico Monti Arduini il Guardiano del Faro
  3. Luigi Albertelli
  4. Per ricordare Gino Santercole replichiamo la puntata con lui ospite
  5. Per ricordare Goran Kuzminac replihciamo la puntata con lui ospite

Politica

  1. Matteo Salvini pensa di avere già vinto le elezioni europee, lo dicono i sondaggi, però tanti suoi elettori, soprattutto al Nord, si sentono delusi.
  2. Lega e 5 Stelle azzerano i fondi per le tv locali, altri emittenti chiudono ed altri lavoratori restano a casa.
  3. Come, nonostante i proclami, non sarà abolita la legge Fornero.
  4. I sindaci di Milano dal 1945 ad oggi
  5. Matteo Renzi l’uomo nuovo della destra italiana
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...