Alfonso Pecoraro Scanio si candida alle Europee con il Movimento 5 Stelle? A volte tornano. Il Movimento 5 Stelle ormai è tutto e il contrario di tutto. Un grande contenitore per i riciclati della politica

Mercoledì 7  novembre alle ore 13,00 ospite il giornalista de LA STAMPA di Torino Jacopo Iacoboni, colui che per primo si occupò a livello giornalistico, nel 2008, di un allora sconosciuto a livello nazionale, Matteo Renzi, e che, sempre nel 2008, fu il primo giornalista a scoprire il nascente Movimento 5 Stelle. Intervistato da Massimo Emanuelli, colui che nel 1993 fece la prima intervista radiofonica ad un allora sconosciuto Matteo Salvini, nel corso della trasmissione si parlerà di scuola (Iacoboni si è laureato con il filosofo Lucio Colletti) si parlerà dei due Matteo e del Movimento 5 Stelle svelando i retroscena che quasi nessuno conosce.

Mercoledì 7 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia ospite della trasmissione L’angolo della scuola sarà il giornalista de La Stampa di Torino Jacopo Iacoboni con il quale si parlerà di scuola (è stato allievo del filosofo liberale Lucio Colletti) e della sua carriera giornalistica. Iacoboni nel 2008 ha scoperto un allora sconosciuto a livello nazionale Matteo Renzi e ha seguito il primo V day di Beppe Grillo quando il Movimento 5 Stelle non era ancora nato. Quindi ha seguito la nascita e l’affermazione del M5S scoprendone i retroscena non noti agli elettori: il ruolo della Casaleggio Associati nell’usare lo stesso Grillo e tutti gli attivisti, il conflitto di interessi della Casaleggio Associati, trame internazionali, infine, ancor prima del voto del 4 marzo, Iacoboni (unitamente a Mario Calabresi direttore de La Repubblica e a Massimo Emanuelli) ha anticipato l’ipotesi di un governo Lega/Movimento 5 Stelle. Incalzato da Emanuelli, Iacoboni spiegherà cosa è il Movimento 5 Stelle, le sue trame internazionali, il ruolo della Casaleggio (è stato lui per primo a parlare di successione dinastica fra Gianroberto Casaleggio e il figlio Davide. Si parlerà delle espulsioni fino ad arrivare alle recenti.

Vi aspettiamo mercoledì 7 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia
per seguirci cliccate
http://www.radiobluitalia.net

L’ex ministro Pecoraro Scanio si candida con il Movimento 5 Stelle? Verificheremo se trattasi di una fake news o meno, la notizia è incredibile, ma non tanto per chi conosce i retroscena (ignoti alla maggioranza degli italiani) del Movimento 5 Stelle, la fonte è Il Messaggero di Roma, autorevolissima e credibile, non ho il plagio del cervello che hanno i grillini i quali considerano fake news tutto quanto gli è scomodo, chissà se Il Messaggero è finito nella lista di proscrizione grillina (giornali da chiudere, giornalisti da licenziare o oscurare) o è considerato “amico”.  Comunque stando a Il Messaggero l’ex ministro di Giuliano Amato e Romano Prodi ha sciolto la riserva e dato la sua disponibilità a candidarsi con i grillini alle elezioni europee del 26 maggio. Pecoraro Scanio ha definito il M5S come “il più grande movimento verde d’Europa”. Da Palazzo Chigi ricordano: “è stato Alfonso a darci una mano a metter su il ministero dell’Ambiente”. In effetti l’attuale ministro Sergio Costa, ex capo della polizia provinciale di Napoli, era nello staff di Pecoraro quando – dal 2006 al 2008 – ha guidato il ministero dell’Ambiente con il governo Prodi.

Il Movimento 5 Stelle cerca ora, dopo essersi spostato a destra a seguito del contratto di governo con la Lega di Matteo Salvini, dopo che i sondaggi lo danno lievemente in perdita, dopo i voltafaccia che hanno creato scontento da parte degli ambientalisti, dei No Tav, di darsi un’anima ambientalista e di sinistra candidando Pecoraro Scanio. Ormai il M5 Stelle è tutto e il contrario di tutto.  Da una parte si sposano le teorie salviniane (flat tax, condono fiscale, stretta sull’immigrazione) dall’altra si cerca di non scontentare l’anima di sinistra presente in parte della base e in alcuni eletti sempre più in odor di eresia e di espulsione.  “Non siamo né di destra né di sinistra… alla fine non resterà nessuno” erano le parole di Beppe Grillo in uno dei primi V day.  Fin dall’inizio, nonostante non fosse chiaro nemmeno agli attivisti della prima ora (molti quando aprirono gli occhi uscirono dal Movimento o furono allontanati) il Movimento 5 Stelle era un esperimento di laboratorio, nato da un’azienda informatica.  Lunedì 5 novembre alle 17,30 su Radio Free (www.radiofree.it)  il giornalista de La Stampa di Torino Jacopo Jacoboni (finito nel libro nero dei grillini) che ha seguito fin dalle origini il M5S (non era nemmeno nato, allora c’erano i gruppi Amici di Beppe Grillo) spiegherà come fin dall’inizio vi era un chiaro obiettivo di una srl di impadronirsi del potere usando persone come burattini.  Sono venuti a meno tutti i principi originari del Movimento: niente alleanze, niente candidature di inquisiti, niente candidature di persone già candidate, iscritte ad altri partiti, niente contatti con i giornalisti ecc.

Si va dai temi cari alla Lega di Matteo Salvini, alle candidature dei giornalisti Gianluigi Paragone (ex direttore de La Padania, vice direttore di Libero e di Rai2, in conto Lega), Emilio Carelli, (che da “la voce del padrone Berlusconi e Murdoch come dicevano gli attivisti grillini ora è diventato un’icona…).  Dino Giarrusso (ex Iena non eletto ma riciclato come mega consulente, ma non si doveva evitare lo spreco di denaro pubblico?), all’editore televisivo Pierluigi Baronio ecc. I casi sono molteplici fra candidati, attivisti, simpatizzanti del Movimento, si passa da Salvini all’avvocato Taormina, già berlusconiano, fino appunto a Pecoraro Scanio. L’ex ministro è andato in pensione all’età di 49 anni incassando dalla Camera un assegno di 8.836 euro. Chissà se i vitalizi e le pensioni d’oro (non solo per lui ma per tutti gli altri privilegiati) sono cessati. Comunque per rifarsi il “povero” Pecoraro Scanio pensa al seggio europeo che gli garantirà 7.956,87 euro lordi al mese, più 4.299 euro per le spese generali (gestione ufficio, spese telefoniche e per il computer), 21.000 euro per i portaborse e l’indennità giornaliera di 304 euro al giorno, i rimborsi per le spese di viaggio, eventuali spese mediche ecc. Naturalmente a queste cifre dovrà essere decurtata la somma mensile che ogni singolo deputato, senatore ed eurodeputato deve devolvere alla Fondazione Rousseau di Davide Casaleggio, come spiegherà nei dettagli Jacopo Iacoboni .

Mercoledì 7 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia ospite della trasmissione L’angolo della scuola sarà il giornalista de La Stampa di Torino Jacopo Iacoboni con il quale si parlerà di scuola (è stato allievo del filosofo liberale Lucio Colletti) e della sua carriera giornalistica. Iacoboni nel 2008 ha scoperto un allora sconosciuto a livello nazionale Matteo Renzi e ha seguito il primo V day di Beppe Grillo quando il Movimento 5 Stelle non era ancora nato. Quindi ha seguito la nascita e l’affermazione del M5S scoprendone i retroscena non noti agli elettori: il ruolo della Casaleggio Associati nell’usare lo stesso Grillo e tutti gli attivisti, il conflitto di interessi della Casaleggio Associati, trame internazionali, infine, ancor prima del voto del 4 marzo, Iacoboni (unitamente a Mario Calabresi direttore de La Repubblica e a Massimo Emanuelli) ha anticipato l’ipotesi di un governo Lega/Movimento 5 Stelle. Incalzato da Emanuelli, Iacoboni spiegherà cosa è il Movimento 5 Stelle, le sue trame internazionali, il ruolo della Casaleggio (è stato lui per primo a parlare di successione dinastica fra Gianroberto Casaleggio e il figlio Davide. Si parlerà delle espulsioni fino ad arrivare alle recenti.

Vi aspettiamo mercoledì 7 novembre alle ore 13 su Radio Blu Italia
per seguirci cliccate
http://www.radiobluitalia.net

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...