Gene Colonnello

GENE COLONNELLO COPERTINA DISCOGiancarlo Colonnello, così si chiamava all’anagrafe, nacque a Milano il 27 gennaio 1935 da genitori pugliesi immigrati nella metropoli lombarda, nel 1950, a soli quindici anni, iniziò a lavorare come disegnatore litografico, due anni dopo debuttò in campo musicale come cantante dell’orchestra diretta da Aldo Maietti, specializzata in tanghi argentini. Scritturato da Pino Calvi per un’intera stagione a Salice Terme deve scegliere fra il lavoro in tipografia e il mondo dello spettacolo. La gavetta fu dura, una sessantina di canzoni a sera,nell’estate del 1958 con l’orchestra di Tony De Vita fece l’intera stagione a Varazze nella veste di rocker guadagnandosi la stima degli addetti ai lavori. Dopo avere svolto il servizio militare a Cuneo Gene incontrò Renato Carosone che lo mise sotto contratto per la sua etichetta “Stereo” con la quale incise dischi per circa tre anni: Il Vampiro, Pity pity, Cow boy, Ciao baby ciao. Colonnello si fece notare al Palazzo del Ghiaccio di Milano dove con cui Mina, Adriano Celentano e molti altri diede via al Festival del juke-box, cominciò ad apparire in televisione partecipando a programmi musicali quali Quattro passi fra le note, Il Musichiere con Mario Riva Buone vacanze con Gorni Kramer e il Quartetto Cetra.

Nel marzo del 1960 vinse la Sei giorni della canzone  di Milano con Lasciate stare la luna brano presentato in coppia con Paula, un’altra cantante della generazione degli urlatrici sua compagna anche di vita secondo la stampa del tempo. Nell’agosto 1960 partecipò al Festival del Musichiere con Un paradiso da vendere, musicata da Umberto Bindi.    Colonnello partecipò al Festival di Sanremo del 1962 in coppia con Gloria Christian con Innamòrati, ma non riuscì ad entrare in finale. Dopo il termine del suo contratto discografico, continuò a lavorare come autore. La sua composizione più celebre è Non ho l’età (Per amarti),che vinse il festival due anni dopo nell’interpretazione di Gigliola Cinquetti e Patricia Carli.

http://www.youtube.com/watch?v=yOlDkz8kEPo

Successivamente partecipò come autore a Un Disco per l’Estate 1964 con Spara Morales, interpretata da Elio Cipri, a Un Disco per l’Estate 1965 con Ave Maria di periferia, interpretata da Betty Curtis Un Disco per l’Estate 1967 con Quel momento, interpretata da Iva Zanicchi su testo di Mogol, al Festival di Sanremo 1964 con L’inverno cosa fai?, interpretata da Piero Focaccia e Bobby Rydell, al Festival di Sanremo 1965 con Amici miei, interpretata da Nicola Di Bari e Gene Pitney, al Festival di Sanremo 1966 con con Mai mai Valentina, interpretata da Giorgio Gaber e Pat Boone, al 4° Festival Internazionale della Canzone di Maiorca con Ciao ciao Maiorca, interpretata da Giorgio Gaber, al Festival di Sanremo 1967 con C’è chi spera, interpretata da Riki Maiocchi e Marianne Faithfull e al Festival di Sanremo 1973 con Da troppo tempo, che si classificò al terzo posto con Milva.

Altre canzoni da lui scritte sono Torna Liebelei per i Camaleonti, L’attesa è breve per Giuliana Valci, Dall’amore in poi per Iva Zanicchi e La mia estate con te per Fred Bongusto.

Dagli anni ’80 ha alternato la sua attività di compositore di brani a quella di autore di jingle pubblicitari, il più noto dei quali è Tanti auguri per la Lavazza Oro (con Paolo Bonolis, Mariano Laurenti e Riccardo Garrone). Fra gli altri jingle da lui realizzati ricordiamo Verrà verrà per la Plasmon e Vorrei vederti crescere per la Golia Bianca.

Gene Colonnello è morto a Stradella, in provincia di Pavia, il 18 gennaio 2011.

GENE COLONNELLO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...