Il programma radiofonico L’angolo della scuola torna in onda a settembre. La “buona scuola” renziana sarà “limata” o lievemente modificata. In merito all’abolizione, come preannunciato in campagna elettorale, pare non vi siano i presupposti

l'angolo della scuola torna a settembre

Il programma radiofonico L’angolo della scuola torna in onda a settembre. La “buona scuola” renziana sarà “limata” o lievemente modificata. In merito all’abolizione, come preannunciato in campagna elettorale, pare non vi siano i presupposti, almeno stante alle dichiarazioni di alcuni ministri e sottosegretari.

Come dichiarato nel corso dell’ultima puntata della stagione 2017/2018 per la prima volta dopo tanti anni (forse per la prima volta in assoluto) al ministero della pubblica Istruzione non ci sarà un politico o un barone universitario (totalmente incompetenti in materia di scuola dell’obbligo) ma Marco Bussetti, docente di educazione fisica, quindi dirigente scolastico, Provveditore a Milano (dal 2015) in qualità di responsabile dell’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia. Stesso incarico, tra il 2011 e il 2014, ma come capo dell’ufficio scolastico provinciale di Monza. Bussetti conosce benissimo il mondo della scuola a differenza dei suoi predecessori, è anche esperto di legislazione scolastica ed ha anche insegnato tale materia.  Auguriamo al neo  ministro buon lavoro ed auspichiamo una profonda revisione del sistema di istruzione per rimediare ai disastri della”buona scuola” che tanti danni ha provocato al personale e al mondo della scuola.

L’Angolo della scuola tornerà in onda a settembre con l’inizio del nuovo anno scolastico, come da tradizione ogni lunedì alle 17,30 su Radio Free (e in replica nei giorni successivi sulle altre emittenti  del circuito) presentano Massimo Emanuelli e Marika Cassimatis.

Si riparte lunedì 24 settembre alle 17,30 su Radio Free primi argomenti: la questione dei maestri, la carenza dei docenti di sostegno, resta la buona scuola “limita” nonostante le promesse elettorali pentastellate, il turn over e il pensionamento dei docenti per immettere in ruolo giovani docenti (la quota 100 e quota 41 senza se e senza ma promessa da Matteo Salvini sarà annacquata?), l’inclusione scolastica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...