Raffaele Pisu

Raffaele Pisu

L’UOMO DI PROVOLINO

di Massimo Emanuelli

Raffaele Pisu è stato mattatore di Famiglia e dintorni in onda su Telenova (con Memo Remigi e Barbara d’Urso), di POKER SHOW (TeleCentro di Bologna), nella prima metà degli anni ’80 fu ideatore e conduttore della trasmissione Speciale Telebazar in onda sull’emittente toscana Teleregione T, Gran Bazar, in onda su un gran numero di emittenti. Produsse e condusse anche PRENOTATE LA FORTUNA in onda su Trb Intervideo, VideoBologna TeleAppennino. Pisu ha anche lavorato per Videolina, e ha condotto  Mezzogiorno di gioco su Antenna 3 Lombardia.

raffaele pisu sorrisi 1969Raffaele Pisu, Guerrino Pisu per l’anagrafe, nasce a Bologna il 24 maggio 1925, da una famiglia di origine sarda, il padre è un maresciallo dei carabinieri, il fratello Mario farà l’attore e regista cinematografico.  Raffaele Pisu, inizia la carriera in teatro, è fra i fondatori nel 1945-1946 del gruppo La Soffita di Bologna, impone la sua comicità nella rivista, accanto a Wanda Osiris (uno dei suoi grandi successi è Festival) e alle Sorelle Nava, e Isa Bellini.   Dopo gli esordi in teatro e al cinema (l’esordio è nel 1951 con Il padrone del vapore) Raffaele Pisu arriva in televisione partecipando ad alcune commedie brillanti e sceneggiati (L’inseguimento di G.Fino nel 1956, Ma la pelle mia di G.Galssi Beria, Le macchinite di F.Tolusso), al varietà di Marchesi e Metz Lui lei e gli altri(1956), conducendo la mitica Canzonissima edizione 1956/57 (ancora si chiamava Le canzoni della fortuna), e a un teleromanzo musical Valentina (1958). Ma la marisa del frate bramieri pisuconsacrazione definitiva arriva nel 1961 con L’amico del giaguaro, una trasmissione che conduce assieme a Gino Bramieri e a Marisa Del Frate. Accanto alla comicità “barzellettiera” e prevalentemente verbale di Bramieri, Pisu si distingue nelle caricature dei personaggi allora in voga. Al cinema Pisu interpreta un trentina di film, vi aveva esordito nel 1951 con Fiorenzo il terzo uomo di Stefano Canzio. Diretto da registi come Mario Mattoli, Mario Monicelli, Mario Morassi, Duilio Coletti, Giorgio Bianchi, Giorgio Simonelli, Camillo Mastrocinque, Marino Girolami. Sul grande schermo è attore di carattere comico, ma interpreta anche Italiani brava gente di Santis (1963), film sui soldati italiani in Russia, oltre ad un cameo in un film cult della commedia all’italiana, L’ombrellone, e ai musicarelli In ginocchio da te e Non son degno di te, Se non avessi più te  di Fizzarotti. Fra gli altri film da lui interpretati ricordiamo: Fiorenzo il terzo uomo (1951), I pappagalli (1955), Il cocco di mamma (1957), Padri e figli (1957), Susanna tutta panna(1957), Valeria ragazza poco seria (1958), Carosello di canzoni (1958), Gli italiani sono matti (1958), Uomini e nobiluomini (1959), Quel tesoro di papà (1959), La cento chilometri (1959), Agosto donne mie non vi conosco (1959), Fantasmi e ladri (1959), Le bellissime gambe di Sabrina (1959), Caravan petrol (1960), Caccia al marito (1960), Le ambiziose (1960), Quanto sei bella Roma (1960), Juke box urli d’amore (1960), Ulisse contro Ercole (1961), Non stuzzicate la zanzara (1967).

La grande popolarità televisiva di Pisu è legata a Che domenica amici (1966) trasmissione nella quale lancia il mitico personaggio di Provolino, il pupazzo terribile che ebbe un tale successo al punto da incidere un disco per la Rca.  Seguirono poi altri successi come La trottola (1967), Vengo anch’io, Senza rete Che domenica amici (1968), e La domenica è un’altra cosa (1970).

Pisu torna a lavorare dopo tanti anni sull’emittente toscana Teleregione (e su altre emittenti) come conduttore di Speciale Telebazar, il programma andrà in onda su tantissime tv locali, contemporaneamente lavora per Videolina. E’ un ritorno alle origini, i suoi genitori erano infatti sardi. Poi ancora il silenzio, il pubblico televisivo lo ritrova con grande piacere nella stagione 1898/1990 e 1990/91 come conduttore di Striscia la notizia condotto in coppia con Ezio Greggio. Nel 2001 Raffaele Pisu fa parte del cast della miniserie di Canale5 Non ho l’età, nel 2002 appare nel film Il trasformista di Luca Barbareschi, quindi è nuovamente in tv nella fiction Un posto tranquillo 2 con Lino Banfi, nel 2004 interpreta il film Le conseguenze dell’amore, nel 2006 è la volta di Domani è un altro giorno.

http://www.youtube.com/watch?v=EkPz0jm1gwg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...