Cinquestelle

cinquestelle

Nome di una syndication costituita nel febbraio 1988 che dispone di molte trasmissioni distribuite dalla Sacis, assegnate annualmente mediante un’asta. Cinquestelle si presenta con un palinsesto comune per tre ore giornaliere, costituito da programmi per la maggior parte prodotti dalla Rai e acquistati attraverso la Sacis. Alla programmazione locale resta riservato lo spazio rimanente, con lo sport locale e cinquanta edizioni quotidiane di tg. La raccolta pubblicitaria nazionale è affidata alla Publicitas, società posseduta al 100% dalla Sipra consociata Rai; la pubblicità locale rimane di competenze delle singole emittenti. Presidente del consorzio Cinquestelle è Don Tommaso Mastrandrea, direttore di Telenova, emittente capofila del circuito (e infatti vengono scelti come punto di riferimento proprio i locali del gruppo di Telenova in piazza Piemonte 2 a Milano). Le televisioni aderenti, che intendono continuare a svolgere in pieno il proprio ruolo di emittenti locali effettuano anche uno scambio di produzioni. Cinquestelle, che mira ad un ambizioso 5% dell’ascolto televisivo globale. Fra i film (molti italiani) mandati in onda già alla fine degli anni ’80 si segnalano: NOSTALGHIA di Tarkowski, SAN MICHELE AVEVA UN GALLO dei fratelli Taviani, CRISTO SI E’ FERMATO AD EBOLI di Francesco Rosi, GINGER E FRED di Federico Fellini, STORIA D’AMORE E D’AMICIZIA di Pupi Avati, BOLERO di Lelouch, e gli sceneggiati LA VITA DI LEONARDO DA VINCI, LULU’ di Sandro Bolchi. Fra le rubriche Cinque Sport, rubrica sportiva che incentra l’attenzione sulle discipline minori con la collaborazione di Nando Martellini, pensionato Rai, la rubrica attualità TIGI7 un appuntamento realizzato dalla Rai che produce una sintesi degli avvenimenti principali della settimana sfruttando immagini e servizi dei tre telegiornali di Stato. Il palinsesto comune è collocato nel prime time serale, con qualche possibilità di eccezione per rubriche locali particolarmente seguite. Molto pubblicizzata l’iniziativa di rispettare i film d’autore: le tv di Cinquestelle si impegnano a non interrompere con pubblicità pellicole di particolare valore e ricevono un telegramma di consenso di Federico Fellini.
Fra le emittenti costitutive di Cinquestelle, oltre a Telenova, ci sono: TeleCupole, Vco Azzurra Tv, TeleRegione (Trentino Alto Adige), Telebelluno Dolomiti (Veneto), TeleArena, Tele Venezia, Tva Vicenza, TeleFriuli, Nuova Rete (Emilia Romagna), Vmt Telestar (Emilia Romagna), ReteMilia (Emilia Romagna), Rete37 (Toscana), Rte 24 H (Umbria), Tvrs Rete 7 (Marche), Onda Sandenedettese (Marche), Gbr (Lazio), Telemolise, Canale 10 (Campania), VideoEmme Italia (Puglia), Vl7 (Calabria), TeleScirocco, Rtp (Sicilia), Tve Teletna, Teleregione (Sardegna).
cinquestelleNel 1991 la Sacis e Cinquestelle coproducono il concerto dei Pink Floyd a Venezia. Film d’autore, documentari, produzioni come Airport Caffè, Vernice fresca (programma comico in onda nel 1992) condotto da Carlo Conti, con Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni (vincitore dell’Oscar Tv Locali a Milazzo). E, ancora, programmi culturali, la rubrica Autostrade, A tutto jazz (magazine di attualità musicale, ideato e condotto da Lino Patrruno), Facciamo pace (con Gegia), Comunque chic.. (condotto da Patrizia Pellegrino), Il Tg Cinquestelle, il rotocalco Cinquestelle a mezzogiorno, Diagnosi e Tutti in forma (talk show di medicina condotti dal professor Fabrizio Trecca, che aveva iniziato su una tv localr omana e che poi sarà a Mediaset), il programma comico Lista d’attesa sono alcuni dei programmi prodotti dalla syndication che lascia alle varie emittenti una fascia di programmi locali. Hanno lavorato per Cinquestelle anche Barbara D’Urso, Gianni Minà, Maurizio Mosca, Gianfranco Guarnieri (rubrica sportiva CASA MOSCA), Gigi Sammarchi, Eliana Bosatra (CINQUESTELLE A MEZZOGIORNO), Marta Flavi, Karen Rubin.
Ma nonostante questi sforzi Cinquestelle non riesce a decollare. Nella seconda metà degli anni ’90 Telenova ed altre emittenti cattoliche lasciano il consorzio, così come lascia Cinquestelle anche TeleArena. Ciò che rimane di Cinquestelle viene allora presieduto da Francesco Grandinetti (editore anche di Vl7) che da vita al Consorzio Rta, che presenta il meglio della produzione circuitale di allora (non solo Cinquestelle, ma anche TvItalia, Odeon, Italia7 e Super Six), fra i programmi prodotti ricordiamo: telefilm, telenovelas, la rubrica sportiva Bar dello sport condotta da Guido Oddo, il rotocalco quotidiano Comunque chic condotto da Patrizia Pellegrino, Casa vip con Marina Ripa di Meana, la rubrica medica Consultorio per la vita condotta da Fabrizio Cerusico. Ma fu un flop clamoroso poiché Grandinetti e soci commisero parecchi errori, uno dei quali fu quello di mettersi sotto l’ombrello della concessionaria Mmp, che fallì di lì a poco travolta dai debiti.
Cinquestelle torna sul mercato nel 1997 con un progetto di rilancio firmato da Europolo 4, una società controllata da Marco Foresi (ex genero di Funari).Salvatore Cingari, Emanuele Mapelli e Guglielmo D’Alcontres. La sede di Cinquestelle è nell’ex Cineteatro Araldo, una vecchia sala della Nomentana, riqualificatesi come centro di produzione audiovisiva, all’Araldo si erano celebrati i fasti e il declino di Rta. Il programma cult di questo periodo è QUARTA GENERAZIONE con Gianfranco Funari. Appartenevano al circuito Cinquestelle le seguenti emittenti: Video Blu Broadcasting di Milano, Telecupole Piemonte di Cuneo, Cinquestelle di Genova, Telebelluno Dolomiti, Tele Venezia, Carpi 1 Tv di Modena, Vmt Telestar, Nuova Rete di Bologna, Retemilia di Parma, Tvr – Tele Italia di Prato, Tva 40 di Roma, Rete 8 di Chieti, Onda Sandenedettese di San Benedetto del Tronto, Rete Televisiva Adriatica di Macerata, Telemolise 2 di Campobasso, Canale 10 di Napoli, Telebari, Teleblu di Foggia, TeleSveva di Bari, Video Emme di Bari, Tele Capo Spulico di Cosenza, Tele Mia, City One e TeleStar (Calabria), Tele Regione di Potenza, Rtp Rete 1 di Messina, TeleJonica di Catania, Tele Scirocco di Trapani, Tv Amica – Videofantasy di Siracusa, Cinquestelle Sardegna di Sassari. Il progetto non decollò, tanto che nel giugno 2000 il circuito chiuse.
Il logo e il marchio Cinquestelle rinasce con una nuova gestione nel 2001 quella di Marco Foresi, proprietario della Margi, attualmente il circuito trasmette sul digitale, la sua sede è a Roma, Le emittenti affiliate sono: Antenna 2, VideoGruppo, Crema Tv, Canale 10, Cinquestelle Sardegna, City One, Crema Tv, Gs Channel, Quinta Rete, Supernova, TeleCento, Tele Foggia, Telegenova, TeleJonio, Tele Max, Telemolise, Teleoccidente, Videoregione Sicilia, Telestar, TeleSveva, Tv Teramo, TvA Vicenza, Tvr – Tele Italia. Inoltre tutti gli utenti muniti di appropriata parabola e decodificatore possono seguire la programmazione di Cinquestelle collegandosi al segnale trasmesso via satellite. Fra i programmi in onda oggi su Cinquestelle ARMADILLO, programma condotto da Ramona Dell’Abate poi sostituita da Terry Schiavo, programma di servizi e curiosità dal mondo degli animali, con l’aiuto e le testimonianze della gente comune, PEOPLE, TALK, TALK, COUTURE, OUTSIDE, FREE TIME, CALENDARIO, SMANIE E MANIE, CINELAND.
Nuovo cambio di proprietà negli ultimi anni. La sede è a Roma in via Cladlolo 90. Il palinsesto propone: ATTENTI AL LUPO, CINQUE CINEMA NEWS, AVANTI POPOLO, ANIMAL HOUSE, BIOGRAPHY, CINELAND, CINQUESTELLE MOTORI, CODICE A VENTURA, COUTURE, NO PROFIT, SMANIE & MANIE, SPECIALE CINQUESTELLE, TALK, VIVA L’ITALIA. I conduttori sono: Salvo D’Angelo, Pno Gagliardi, Nino Graziano Luca, Leyla Pafumi, Silvano Vinceti. Fra le emittenti oggi affiliate Blu Tv, City One, Crema Tv, Gs Channel, Supernova, TeleCentro, TeleJonio, Tele Max,Telemia, Telemolise, Tele Occidente, TeleRadioerre, TeleStar, Telesud, Telesveva, Tv Teramo, Tva Vicenza, Tvr TeleItalia, VideoBergamo. Nel 2010 parte il talk show Come state? condotto dal giornalista neopensionato Rai Gabriele La Porta. Il circuito cessa le trasmissioni nel 2014, nel 2016 il logo di Cinquestelle ricompare su alcune emittenti del gruppo Gold Tv.

 

L’idea di mettere in rete (impresa titanica) la storia delle radio e delle televisioni locali nasce nel 2005 per iniziativa di Gigi Vesigna (giornalista, direttore storico di Tv Sorrisi e Canzoni), Massimo Emanuelli (docente e giornalista di Millecanali, pioniere della radiofonia), Maurizio Seymandi (giornalista e mitico conduttore di Superclassifica Show), Pino Callà (regista e produttore televisivo), Enzo De Mitri (giornalista, critico televisivo de La Notte, collaboratore di Gianfranco Funari).  L’avere vissuto da angolazioni diverse (carta stampata, radio e tv) il periodo pionieristico, l’avere visto nascere e crescere tante emittenti locali, l’avere conosciuto ed intervistato molti dei protagonisti, oltre agli archivi dei fondatori, rende agevole (anche se infinito) il lavoro dei nostri.  Con il passare dei mesi i fondatori vengono contattati da molti pionieri che forniscono ulteriori testimonianze, ricordi e materiale. Si uniscono al gruppo Massimiliano Marchi, Ruggero Righini, Gianfranco Guarnieri, Agostino Rosa ed altri.  Per ogni regione d’Italia viene individuata una memoria storica/corrispondente, aumenta il numero delle interviste mensili e dei contatti del portale. Nascono intanto (giustamente e citando la fonte) analoghe iniziative a livello regionale, con scambi di link e collaborazioni proficue (particolarmente interessante il lavoro di un altro pioniere, Massimo Lualdi).  Nel 2015 scompare Gigi Vesigna, in segno di lutto e di rispetto il sito non viene più aggiornato. Dopo un lungo periodo di silenzio i pionieri superstiti decidono di riattivare il sito (è in ristrutturazione, sarà aggiornato e rilanciato con nuova grafica su un nuovo dominio). Molto è ancora il materiale da pubblicare ed inserire, molte sono ancora le interviste da fare, pian piano accontenteremo tutti.  Al momento alcune schede vengono rilanciate su due blog

https://storiaradiotv.wordpress.com/ (radio)

https://massimoemanuelli.wordpress.com/ (tv ed interviste varie)

Gradualmente sarà inserito anche materiale audio e video del nostro archivio e materiale che i pionieri ci stanno inviando.

Purtroppo qualcuno nel frattempo aveva copiato l’intera linea editoriale del portale (e non solo gli articoli) senza ritegno e non rispettando il diritto d’autore dei collaboratori che vantano tantissimi anni di lavoro e ricerca (molti degli articoli erano usciti su testate nazionali). Già in passato avevamo fatto una causa (vinta) per la copiatura di alcune schede, ma copiare l’intera linea editoriale annunciando di copiare l’intero sito è a dir poco folle. Disponibili a collaborare con chiunque citi le fonti e ci proponga scambi e confronti, non possiamo però transigere con chi plagia pedissequamente. Tutti coloro che hanno ulteriori notizie o proposte farci scrivano alla mail storiaradiotv@tiscali.it provvederemo ad integrare le schede e a citare gli autori.

 RIPRODUZIONE RISERVATA. 

È vietata la riproduzione, anche parziale, e/o la diffusione dei testi e dei contenuti sonori e video di questo blog senza l’autorizzazione degli autori. Il blog è protetto dal diritto d’autore, chi ha cercato di non ottemperare a tali regole è già stato condannato con disposizione del Tribunale di Milano, con provvedimento d’urgenza ex art. 700 c.p.c. R.G. 77235/05..  Vi occorre qualcosa?  Scrivete, specificando il vostro indirizzo e il motivo della richiesta. Mail: storiaradiotv@tiscali.it

Contattateci alla mail storiaradiotv@tiscali.it per fornirci ricordi e testimonianze, provvederemo a pubblicarle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...