Radio Tele Europa

 RADIO TELE EUROPA

RTE 24H PERUGIA

Emittente fondata nel 1977 da un’emittente radiofonica, Radio Europa, il suo primo nome fu Radio Tele Europa, prima sede in Piazza Umberto I 1 a Passignano sul Trasimeno, in provincia di Perugia (secondo altre fonti a Tuoro sul Trasimeno), primi canali di emissione uhf 32 e 50.  i primi programmi sono di derivazione radiofonica, oltre a film, telefilm, documentari, programmi sportivi, la rubrica GHEOS NATURA E TEMPO LIBERO, CIAK e IL MINESTRONE (DISCHI, QUIZ, CARTOONS), SCUOLA E SOCIETA’, NOTIZIE SPORT, oltre al tg RTE NOTIZIE.   Negli anni ’80 l’emittente si trasferisce a Perugia (via Pievaiola km.5,800), amplia la sua area di copertura al di fuori dell’Umbria irradiando i suoi programmi anche dai canali uhf 53, 46, 67 e uhf 60, inizia a comparire sui teleschermi anche l’acronimo R.T.E. e la scritta R.T.E. EUROPA, poi R.T.E. RETE 24H.  Si riducono i programmi autoprodotti, limitati al tg e allo sport (molto successo ha il settimanale sportivo PRO E CONTRO condotto da Vincenzo Gioli), e vengono proposti programmi del circuito Grt, ad esempio, DICA 34 con Paolo Mosca, PLAYBOY DI MEZZANOTTE, PORTAMI TANTE ROSE con Enza Sampò e il telefilm UNO SCERIFFO A NEW YORK. Fra gli altri programmi del decennio GRAN BAZAR, presentato da Nilla Pizzi e da Raffaele Pisu. Fra gli altri programmi APPUNTAMENTO CON L’ARTE e il POMERIGGIO CON R.T.E., l’emittente è infatti una delle prime di Italia a trasmettere 24 ore su 24, da qui il nome R.T.E 24 H.  Rilevata da Lionello Mosca, per un certo periodo nella proprietà vi è anche Edoardo Longarini che è anche l’editore del CORRIERE DELL’UMBRIA, del CORRIERE ARETINO, e del giornale LA CITTA’ (rilevato da Mauro Ballini), l’emittente, che trasferisce la propria sede in via Caduti del Mare 53 a Perugia, ha un rilancio. A metà degli anni ’80 il gruppo editoriale rileva anche l’emittente marchigiana Canale 51 fa accordi con l’emittente romagnola Telemare e rileva i canali dell’emittente viterbese Globo Tv espandendo così il suo segnale in altre regioni,  direttore di Rte nella seconda metà degli anni ’80 è Francesco Mapelli, l’emittente propone un tg in collaborazione con IL CORRIERE DELL’UMBRIA, la rubrica CONTATTO curata dall’avvocato Marzio Modena, il quiz a premi SPONSOR GAMES, la trasmissione ecologica ORIZZONTI condotta da Stefano RTE 24H PERUGIA FOTO PRIMA & DOPOCardinali.  Fra gli altri programmi degli anni ’80 ricordiamo la rubrica CONTATTO, alcuni programmi sportivi (TOP GOL e PRIMA & DOPO, 90° DI PALLA AL CENTRO un programma condotto da Angelo Marianceli in onda anche su Radio Subasio) e il tg locale redatto in collaborazione con il CORRIERE DELL’UMBRIA.  Nel 1988 nasce una seconda rete, Europa 2 Tv,  Alla fine degli anni ’80 parte il programma TG GOAL con Claudio Sampaolo e Riccardo Marioni, PUNTO SPORT con Felice Fedeli, Monica Costantini, Federico Sciurpa, Roberto Sabatini, l’avvocato Marzio Modena conduce CONTROFATTO in onda il venerdì sera, un dibattito su temi di attualità con ospiti in studio e il pubblico che può intervenire da casa. Altro programma del periodo è IL PUNTO DELLA SETTIMANA sempre condotto dall’avvocato Marzio Modena.  Con gli anni ’90 per Rte vi è un ulteriore salto di qualità: viene inaugurata una nuova sede a Sisto, in provincia di Perugia, il tg viene ampliato e ribattezzato RTE 24 H (direttore dei sevizi giornalistici è Fabrizio Piacente), vengono mandati in onda i cartoni animati del circuito Junior Tv.  Nella seconda metà degli anni ’90 R.T.E. aderisce a Cinquestelle e a Junior Tv.

RTE 24HNel 1998 Rte viene oscurata ma può riprendere le sue trasmissioni dopo un ricorso. Con il nuovo millennio l’emittente trasmette in digitale in fase definitiva 24 ore su 24 dal canale 23.   R.T.E. 24 H ha sede a San Sisto, in provincia di Perugia, irradia i suoi programmi dai canali uhf 50, 53, 60, 23 e 43, l’area di copertura è la regione Umbria, oltre alle province di Siena, Arezzo, Grosseto, Livorno, Viterbo, Rieti, Macerata e la futura provincia di Fabriano.  L’emittente ha una propria testata giornalistica, RTE 24 H, direttore responsabile Alessandra Fischi; staff giornalistico: Antonio Giorgi, Alessandra Fischi e Fabio Nucci; il responsabile della programmazione è Mario Sacchetti. L’editore è Radio Tele Europa Rte srl, amministratore unico Franco Baraldo, il direttore è Mario Pistellini. Nel 2008 nuovo amministratore unico della tv è Mirella Bianchini, consorte dell’imprenditore tifernate Giuseppe Ponti. Questi, dopo avere prima annunciato la sua intenzione di riportare RTE davanti a Umbria Tv (alla quale erano intanto approdati sia Emanuele Mapelli sia Riccardo Marioni) per audience e livello dei programmi, nei primi giorni del novembre 2009 dopo una trattativa lampo nelle ore notturne, senza nemmeno consultare i 18 dipendenti del canale, vende l’intera rete di frequenze UHF al network padovano Canale Italia, già da tempo in piccola parte ripetuto. RTE 24H dopo 33 anni di presenza ininterrotta nell’etere scompare dagli schermi non per sua scelta alle 17.00 del 4 novembre 2009, quando il marchio tradizionalmente posto in alto a destra è rimosso dallo schermo, senza neppure un comunicato di commiato o una trasmissione conclusiva. Nel 2015 la società è stata messa in liquidazione.
 

L’idea di mettere in rete (impresa titanica) la storia delle radio e delle televisioni locali nasce nel 2005 per iniziativa di Gigi Vesigna (giornalista, direttore storico di Tv Sorrisi e Canzoni), Massimo Emanuelli (docente e giornalista di Millecanali, pioniere della radiofonia), Maurizio Seymandi (giornalista e mitico conduttore di Superclassifica Show), Pino Callà (regista e produttore televisivo), Enzo De Mitri (giornalista, critico televisivo de La Notte, collaboratore di Gianfranco Funari).  L’avere vissuto da angolazioni diverse (carta stampata, radio e tv) il periodo pionieristico, l’avere visto nascere e crescere tante emittenti locali, l’avere conosciuto ed intervistato molti dei protagonisti, oltre agli archivi dei fondatori, rende agevole (anche se infinito) il lavoro dei nostri.  Con il passare dei mesi i fondatori vengono contattati da molti pionieri che forniscono ulteriori testimonianze, ricordi e materiale. Si uniscono al gruppo Massimiliano Marchi, Ruggero Righini, Gianfranco Guarnieri, Agostino Rosa ed altri.  Per ogni regione d’Italia viene individuata una memoria storica/corrispondente, aumenta il numero delle interviste mensili e dei contatti del portale. Nascono intanto (giustamente e citando la fonte) analoghe iniziative a livello regionale, con scambi di link e collaborazioni proficue (particolarmente interessante il lavoro di un altro pioniere, Massimo Lualdi).  Nel 2015 scompare Gigi Vesigna, in segno di lutto e di rispetto il sito non viene più aggiornato. Dopo un lungo periodo di silenzio i pionieri superstiti decidono di riattivare il sito (è in ristrutturazione, sarà aggiornato e rilanciato con nuova grafica su un nuovo dominio). Molto è ancora il materiale da pubblicare ed inserire, molte sono ancora le interviste da fare, pian piano accontenteremo tutti.  Al momento alcune schede vengono rilanciate su due blog

https://storiaradiotv.wordpress.com/ (radio)

https://massimoemanuelli.wordpress.com/ (tv ed interviste varie)

Gradualmente sarà inserito anche materiale audio e video del nostro archivio e materiale che i pionieri ci stanno inviando.

Purtroppo qualcuno nel frattempo aveva copiato l’intera linea editoriale del portale (e non solo gli articoli) senza ritegno e non rispettando il diritto d’autore dei collaboratori che vantano tantissimi anni di lavoro e ricerca (molti degli articoli erano usciti su testate nazionali). Già in passato avevamo fatto una causa (vinta) per la copiatura di alcune schede, ma copiare l’intera linea editoriale annunciando di copiare l’intero sito è a dir poco folle. Disponibili a collaborare con chiunque citi le fonti e ci proponga scambi e confronti, non possiamo però transigere con chi plagia pedissequamente. Tutti coloro che hanno ulteriori notizie o proposte farci scrivano alla mail storiaradiotv@tiscali.it provvederemo ad integrare le schede e a citare gli autori.

 RIPRODUZIONE RISERVATA. 

È vietata la riproduzione, anche parziale, e/o la diffusione dei testi e dei contenuti sonori e video di questo blog senza l’autorizzazione degli autori. Il blog è protetto dal diritto d’autore, chi ha cercato di non ottemperare a tali regole è già stato condannato con disposizione del Tribunale di Milano, con provvedimento d’urgenza ex art. 700 c.p.c. R.G. 77235/05..  Vi occorre qualcosa?  Scrivete, specificando il vostro indirizzo e il motivo della richiesta. Mail: storiaradiotv@tiscali.it

Contattateci alla mail storiaradiotv@tiscali.it per fornirci ricordi e testimonianze, provvederemo a pubblicarle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...